22-4-2015 Pavoniana

CIMG6780Spettacolo “fermiamo i ladri dei sogni” del 22/4/2015

La sala situata al primo piano di via Nicolò Tommaseo n 51 a Brescia presso la Pavoniana è ampia e luminosa. I nostri “Attori Volontari” si sono impossessati della zona di fronte all’ingresso, con entrata secondaria adatta per accedere alla scena, dove due tavoli rovesciati erano un separè per nascondere voci e e rumori fuori campo.CIMG6804

Provvidenzialmente il nostro “padrone di casa” don Antonio ha messo a disposizione una cassa amplificatore e un microfono a filo, due tavoli, una panchina e qualche sedia che con i nostri striscioni completavano la scena.

Gli spettatori sono arrivati alla spicciolata occupando le sedie appositamente allineate, ma ben presto alcuni  volontari hanno dovuto aggiungerne altre file di sedie, perché erano presenti oltre settantacinque spettatori. Con piacere abbiamo individuato anche molti nostri soci presenti: Angela, Bice, Evelina, Domenica, Adelino, Vincenza ……………….CIMG6813

Lo spettacolo è iniziato come di consueto con l’intervento del Presidente Ceresa Daniele che ha presentato l’Associazione “Non solo pensionati” , ha ringraziato per l’ospitalità il nostro contatto la signora Annamaria, la Presidente del “Gruppo Gemma” la signora Gabriella e naturalmente don Antonio.CIMG6815

Dopo una breve premessa esplicativa riguardo lo scopo didattico preventivo della nostra recita e del volontariato che la muove, è iniziato il primo atto dal titolo “Il Notaio” tratto come gli altri da fatti realmente accaduti.

Vittorio, attore consumato, come al solito è caduto nella trappola telefonica della finta nipote Gianna che tramite un complice Notaio Giancarlo gli ha carpito i gioielli di famiglia.

Nella pausa il Presidente prendendo spunto dalla recita ha esaminato i dettagli e i metodi utilizzati dai truffatori.CIMG6784

Di seguito ha presentato la seconda scenetta. “Gli idraulici”, dove mariuoli matricolati: Gianni ed Antonio con la scusa di effettuare una riparazione gratuita e approfittando del vantaggio numerico distraevano e contemporaneamente derubavano l’incauta Gigliola.

Alla fine il Presidente salutava l’arrivo dei tre i poliziotti del Comune di Brescia: Pietro, Roberto e Debora e passava a loro la parola  per consigli . Pietro per alleggerire la situazione paragonava i mariuoli ad efficienti imprese di pulizia di gioielli e beni personali e spiegava circostanze ed esperienze vissute.

A questo punto due scenette veloci, “la truffa sventata” con l’arresto del nostro Antonio, incauto agente di ASM e la truffa “i vigili” dove Antonio e Gianni , finti vigili truffavano ancora Gigliola che poi confondeva vigili veri con quelli finti.

Alla fine una scenetta flash di furto con destrezza in strada, per ricordare che anche lì tutto può accadere.

La regista Rosanna e l’autrice Grazianna sono state applaudite e hanno presentato per l’applauso tutta la compagnia.

Gli applausi del pubblico sono stati generosi e hanno consolato le generose fatiche dei nostri volontari .

Un giro di cioccolata offerto dal “Gruppo Gemma” ha stuzzicato i palati. Infine i Poliziotti hanno ascoltato racconti e risposto alle domande del pubblico.